Non c’è nulla di meglio del mare

Non c’è nulla di meglio del mare

Pubblicato: 01.07.2021

È il posto migliore per fare un bel respiro profondo. Ma al mare anima e corpo si ricaricano anche in altri modi. Carlos Oliver Boss, (Specialista ICT presso Honegger) originario del Venezuela, ha in serbo qualche consiglio, e non solo.

«In nessun altro luogo riesco a rilassarmi così bene come al mare. Lo sciabordio cadenzato delle onde e i suoi tanti altri suoni hanno un effetto calmante su di me e mi aiutano a riflettere e ad elaborare pensieri creativi. L’aria e l’acqua di mare fanno bene alla pelle e alle vie respiratorie. Il sole, da parte sua, è una ricca fonte di vitamina D, il che non può che giovarmi nei lunghi inverni svizzeri!

HoneggerAG2021JuliICT02.jpg Adoro fare snorkelling e immergermi, nel vero senso della parola, in alte profondità ‒ in acque calde, cristalline e turchesi. Quando esploro le profondità, mi piace osservare i pesci variopinti e la straordinaria varietà di piante e coralli. In Venezuela ci sono molte spiagge famose, tutte stupende e tutte con caratteristiche peculiari. Per esempio nell’Arcipelago Los Roques, situato 170 km a nord della mia città natale, Caracas, e costituito da oltre 300 isolette e atolli, oppure la Playa Puerto Cruz sull’Isla Margarita, un gioiello che pochi conoscono. Per me è un piacere ritrovarmi sulla spiaggia con la mia famiglia e i miei amici, ascoltare salsa e bere mojitos. Non potrei essere più felice, e quando sono felice sono anche in salute.

Vivo in Svizzera da quattordici anni. Anche qui vado spesso in cerca dell’acqua, per esempio al Lago di Neuchâtel e al Lago di Thun, e sovente vado a camminare lungo l’Aar. Naturalmente non è la stessa cosa del mare che, devo ammettere, mi manca moltissimo, ma è già qualcosa».

Vitamina D – la vitamina del sole
La vitamina D è molto importante per la salute, in particolare per le ossa, la muscolatura, il sistema immunitario e i vasi sanguigni. Inoltre favorisce il buon umore. Per poter produrre una quantità sufficiente di vitamina D il corpo ha bisogno di esporsi a sufficienza alla luce del sole. Per questo motivo sarebbe opportuno uscire il più spesso possibile.

Un’eventuale carenza si può in parte contrastare consumando pesce ricco di grassi, burro, latte o tuorlo d’uovo. In molti casi, un deficit di vitamina D si può anche compensare assumendo integratori alimentari.

L’autore
Carlos Oliver Boss è specialista ICT e lavora presso Honegger dal 2017.

chiudere