Il progetto WashTec decolla – con la posa della prima pietra

Il progetto WashTec decolla – con la posa della prima pietra

Pubblicato: 25.10.2021

Honegger ha posato la prima pietra della lavanderia centrale WashTec SA a Niederbipp. Grazie al progetto avveniristico presto si potrà spiccare il volo.

Dopo il primo colpo di vanga Honegger ha segnato una nuova tappa nella realizzazione della lavanderia WashTec SA a Niederbipp (Berna) con la posa della prima pietra. Alla cerimonia ufficiale tenutasi il 15 settembre 2021 erano presenti i rappresentanti delle autorità, i vicini, gli operai dell’impresa edile e altri portatori di interessi che in futuro lavoreranno per la WashTec SA nelle più svariate funzioni.
Nella foto principale da sinistra: Presidente del consiglio di amministrazione Honegger e fondatore di WashTec Stefan Honegger, Sibylle Schönmann, Presidente comunale di Niederbipp e Patrick Müller, architetto di Gerold Dietrich Architekten.

Capolavoro con il contributo di molti
Nel suo discorso, il committente e presidente del consiglio di amministrazione di Honegger, Stefan Honegger, ha ringraziato la presidente comunale Sibylle Schönmann e tutti le parti coinvolte per l’accordo raggiunto. Un ringraziamento speciale è andato ai vicini coinvolti, che hanno accolto il progetto con benevola tolleranza, e a Patrick Müller dello studio Gerold Dietrich Architekten, che con il complesso progetto della WashTec SA ha realizzato un autentico capolavoro.

Un milione di chilogrammi di tessuti per la pulizia
Stefan Honegger ha colto l'occasione per ribadire quanto sia importante la nuova lavanderia centrale per Honegger: «Nelle nostre 23 succursali laviamo ogni anno circa un milione di chilogrammi di tessuti per la pulizia.

All’incirca tre anni fa abbiamo valutato l’efficienza e il bilancio ecologico dell’intero processo di lavaggio, giungendo alla conclusione che era necessario apportare miglioramenti. Con la WashTec SA realizzeremo una lavanderia ecologica ed efficiente nella sede centrale di Niederbipp».

Efficacité écologique
Stefan Honegger ha insistito in particolare sull’aspetto ecologico: «Una lavanderia ha bisogno di molta acqua. Noi intendiamo riciclare più volte l’acqua freatica utilizzata, impiegandola nuovamente per i cicli di prelavaggio.

Inoltre recupereremo l’energia dal calore residuo dell’acqua d scarico.» La Svizzera sarà a ragione definita la torre piezometrica d’Europa: «Va da sé, però, che noi cerchiamo di risparmiare acqua quanto più possibile», continua Stefan Honegger. 

Besichtigung Baustelle Grundstein Washtec AG_01.JPG Dal primo colpo di vanga alla fine di maggio 2021 i lavori procedono spediti. L’architetto Patrick Müller (al centro, con il casco giallo) spiega agli ospiti i dettagli del progetto.

Costruzione FM e BIM
L’architetto capo Patrick Müller ha illustrato ai presenti alcuni aspetti interessanti della complessità del nuovo edificio. «La sfida del progetto edilizio – un parallelepipedo in vetro e acciaio con attico – è rappresentata dal coordinamento tecnico delle installazioni e degli allestimenti del complesso aziendale. Con la WashTec SA costruiamo una macchina grande e complessa – l’involucro dell’edificio è in tal senso funzionale».

La lavanderia centrale è pianificata e implementata utilizzando il metodo Building Information Modeling (BIM). Utilizzando la più recente tecnologia software, è stata creata un'immagine digitale dell'edificio e ai componenti sono state fornite informazioni in conformità con i requisiti del progetto. L'immagine digitale costituisce la base di dati per il funzionamento e la manutenzione futuri dell'edificio durante l'intero ciclo di vita.

I requisiti speciali dei processi operativi della lavanderia sono stati ripetutamente simulati nel modello digitale per utilizzare in modo ottimale lo spazio disponibile e per padroneggiare la catena di processo dalla consegna alla spedizione della lavanderia.

Questa immagine viene quindi registrata nel nostro CAFM (Computer-Aided Facility Management) e utilizzata per la gestione.

Una testimonianza sospesa nel tempo
Stefan Honegger ha già raggiunto diversi traguardi importanti – ma la WashTec SA gli ha offerto l’occasione di posare per la prima volta la pietra angolare di un progetto edilizio. Poiché si tratta di un evento che non capita tutti i giorni, la pietra del Giura scelta resterà visibile.

Grundstein S. Honegger_P.Müller.jpg Patrick Müller ha pensato a qualcosa di particolare per l’occasione: una volta completata la costruzione, la pietra angolare sarà visibile nell’ingresso principale all’interno di una bocca di lupo, dove resterà una testimonianza perenne sospesa nel tempo.



 

 

 

Washtec_Grundstein_Nachbarn_01.JPG Il Presidente del consiglio di amministrazione Stefan Honegger (all'estrema destra) con alcuni vicini (da sinistra): Anton Thomet e Patrick Jenni, i due capi azienda di SDL AG, Alex Reber, agricoltore e Patrick Schmutz, capo azienda di Frescotec AG.

 

 

 

Grundstein WashTec HOAG Fämily_01.JPG Erano presenti anche numerosi rappresentanti di Honegger: Alessandro Schmied Responsabile Marketing e Comunicazione, Philippe Lac, Direttore Cleantex, HLD, Stefan Honegger, Presidente del consiglio di amministrazione, Ariste Baumberger, CEO, Christoph Müller, tecnico d’applicazioni e acquisitore tecnico, Andrea Pistilli, Direttore Marketing e Vendite (da sinistra).

chiudere