Avvio dei lavori per la nuova lavanderia centrale WashTec SA

Avvio dei lavori per la nuova lavanderia centrale WashTec SA

Pubblicato: 21.06.2021

Honegger costruisce una lavanderia a Niederbipp (Berna). Il Presidente del consiglio di amministrazione Stefan Honegger spiega in un’intervista il motivo per cui si tratta di un progetto lungimirante.

Dopo un’intensa fase di progettazione, alla fine di maggio 2021 sono iniziati i lavori di costruzione della WashTec SA. Nella foto principale da sinistra: Philippe Lac (capo azienda Cleantex, HLD), Ariste Baumberger (CEO Honegger), Stefan Honegger (Presidente del consiglio di amministrazione Honegger), Patrick Müller (architetto) e Martin Jost (Direttore dei lavori del genio civile).

Intervista con Stefan Honegger, presidente del consiglio di amministrazione di Honegger SA

Stefan Honegger VR_WEB.jpg Stefan Honegger, lei è il fondatore della WashTec SA. Perché Honegger costruisce una propria lavanderia?
Sono tre motivi principali per cui riteniamo che la WashTec SA sia un’iniziativa necessaria e commerciabile. Innanzi tutto, con una nostra lavanderia puntiamo a gestire in modo più efficiente il processo di lavaggio dei vari tessuti che utilizziamo per la pulizia.

In secondo luogo siamo convinti che anche altre aziende, istituzioni o comuni siano sempre più orientati alla ricerca di soluzioni professionali per quanto riguarda il trattamento dei panni destinati alla pulizia. Con Niederbipp abbiamo infine una sede che è vicina a numerose aziende farmaceutiche e che quindi potrebbe coprire anche le esigenze di questo settore con il trattamento di tessuti in condizioni di camera bianca.

Quando vi siete resi conto del potenziale rappresentato da una lavanderia di vostra proprietà?
Nel 2018, in occasione di un’analisi interna abbiamo constatato che i futuri metodi di trattamento dei panni per la pulizia avrebbero rappresentato un notevole potenziale per Honegger. Il trattamento tradizionale risultava in confronto carente in termini di efficienza e compatibilità ambientale.

Un’analisi dei requisiti abbinata a una simulazione di diversi scenari futuri ha confermato che il trattamento centralizzato, come permette di fare la WashTec SA, era la soluzione migliore.

Ha menzionato l’importanza della vicinanza geografica con il settore farmaceutico. Quali altri motivi hanno spinto Honegger a scegliere Oberaargau come sede?
Volevamo una sede centrale nella regione dell’Altopiano servita da buoni collegamenti. Una sede che fosse anche in grado di coprire il fabbisogno idrico ed energetico richiesto da una lavanderia. Niederbipp soddisfa tutte queste condizioni.

Intanto è stato dato il via ai lavori. Quali tappe prevede il progetto e quali sono le fasi che rivestono una particolare importanza nella costruzione di una lavanderia?
Prima di tutto viene la costruzione dell’edificio con varie fasi come lo scavo, la gettata di cemento, la realizzazione della struttura in acciaio e il rivestimento.

Successivamente si passa agli interni, il cui allestimento risulta molto impegnativo poiché richiede l’installazione e il collegamento di grandi e complessi componenti tecnici. Infine dobbiamo provvedere all’allacciamento dei numerosi macchinari di cui disponiamo. Tutti questi lavori interni richiederanno circa sette mesi.

E quanto tempo ci vorrà prima della messa in funzione?
In base all’attuale tabella di marcia riteniamo che i lavori dovrebbero essere ultimati nell’estate del 2022. Seguirà quindi la messa in funzione con vari test per garantire i processi e la qualità.

Dopodiché sarà la volta della certificazione dei processi. Conto che potremo iniziare con volumi ridotti nell’autunno del 2022 e aumentare gradualmente l’attività a partire dal 2023.

Grazie mille a Stefan Honegger per l’intervista!

chiudere