Dove l’esperienza incontra l’high-tech

Dove l’esperienza incontra l’high-tech

Pubblicato: 01.08.2018

Anche la scopa più moderna funziona bene solo se ben impiegata: spesso le piccole innovazioni a livello pratico sono più determinanti delle tanto blasonate grandi novità.

«Chiedilo alla nonna»: ecco una strategia molto adottata quando si tratta di eliminare macchie difficili. Ma non tutti i segreti della pulizia si trasmettono di generazione in generazione. Quello delle pulizie è piuttosto un settore caratterizzato da tante piccole innovazioni e ottimizzazioni. La ricerca incontra la pratica, in casa e soprattutto nelle industrie. «Le innovazioni nel campo delle pulizie non sono mai frutto di una rivoluzione, bensì di un’evoluzione», conferma Christoph Müller, specialista tecnico-applicativo presso Cabiancardi SA. E spesso si basano su un’attenta osservazione. Non di rado le promesse fatte da certi produttori, nella pratica, si rivelano un buco nell’acqua. «Ciò che sembra perfetto nella teoria, spesso non passa la prova una volta applicato.» I motivi possono risiedere nella mancata accettazione da parte del personale o da un concetto non ancora ben sviluppato.

L’applicabilità pratica è imprescindibile

Dato che il miglioramento continuo è fondamentale per sopravvivere nel competitivo mondo del settore delle pulizie, Cabiancardi SA ha dato vita già dieci anni fa, all’interno del reparto Gestione qualità, un servizio dedicato all’innovazione. Questo permette di tenere conto dei suggerimenti provenienti dall’esterno, ad esempio dai nostri partner industriali, e di integrarli alla nostra esperienza sul campo. Ed è così che è nato il metodo di pulizia con panni preinumiditi di Cabiancardi SA, grazie al quale i collaboratori non hanno più bisogno di dosare e aggiungere prodotti chimici. «Imporre questo sistema come nuovo standard nell’azienda ha richiesto un grande lavoro di informazione e persuasione», ricorda Christoph Müller. Oggi tutti riconoscono che si tratta di un metodo particolarmente efficace, ergonomico, sicuro ed ecologico: un metodo che detta nuovi standard nel settore.

Robotica e big data

E oggi, quali sono i settori dove si assiste a innovazioni nel settore delle pulizie? Christoph Müller cita i settori organizzazione, logistica e macchinari. La robotica e i big data svolgono un ruolo essenziale nel campo dei macchinari poiché laddove è in azione un macchinario, ecco che questo raccoglie dati. Ma entrambi questi ambiti non hanno ancora passato la prova pratica: «I macchinari sviluppati fino ad oggi dai produttori sono troppo grandi e troppo costosi.» Ed anche i dati raccolti devono essere analizzati al fine di essere utilizzati. Anche in questo caso, dunque, il progresso dovrà essere graduale e accompagnato dall’esperienza sul campo all’interno dell’azienda.

Autore: Christoph Müller, specialista tecnico-applicativo

chiudere